Mali – Situazione

Il 16 gennaio del 2013 la Prosecutor della Corte Penale Internazionale ha ufficialmente aperto le investigazioni in Mali. Già dal luglio del 2012, in seguito ad un referral da parte del Mali, la Corte aveva intrapreso un esame preliminare circa i presunti crimini di guerra commessi a partire dal gennaio del 2012 sul territorio del Mali. Sulla base delle informazioni ottenute, le investigazioni si concentreranno sulle tre regioni del Nord del Mali, dalle quali a partire dal 2012 è iniziata l’avanzata dei gruppi separatisti tuareg che ha condotto a violenti scontri con diversi gruppi armati. La Prosecutor ha affermato che vi sono ragionevoli motivi per ritenere che siano stati commessi i seguenti crimini di guerra: omicidi, mutilazioni, trattamenti crudeli, tortura, saccheggi, stupri, attacchi diretti contro obiettivi protetti, l’emanazione di sentenze e la messa in atto di esecuzioni senza il preventivo giudizio di una corte regolarmente costituita.