Kony – Otti – Odhiambo* – Lukwiya*

Joseph Kony

L’imputato: Joseph Kony è il comandante in capo del movimento LRA, che ha fondato nel 1987. E’ colui che si occupa, insieme agli altri vertici dell’LRA, della pianificazione ed organizzazione degli attacchi  ed infine ne ordina il compimento. LRA è un movimento armato che combatte contro il governo ugandese sin dal 1987, in seguito all’ascesa al potere del presidente ugandese Yoweri Museveni. Il conflitto ha interessato per decenni la zona settentrionale del paese.

Gli addebiti: contro di lui è stato emesso un mandato di arresto sia per crimini contro l’umanità (12 capi d’imputazione) quali omicidio, schiavitù sessuale, stupro, riduzione in schiavitù e atti inumani, sia per crimini di guerra (21 capi d’imputazione) come omicidio, arruolamento forzato di bambini, attacco contro la popolazione civile, incitazione allo stupro, saccheggio, trattamenti crudeli.

Lo status: Attualmente Joseph Kony si trova ancora in libertà (at large).

Otti

L’imputato: Vincent Otti
Comandante in seconda dell’LRA, vice di Joseph Kony.

Gli addebiti: e‘ anch’egli oggetto di un mandato d’arresto, questa volta per 11 crimini contro l’umanità e 21 crimini di guerra. Fra i crimini contro l’umanità: omicidio, riduzione in schiavitù. Fra i crimini di guerra: omicidio, incitazione allo stupro e arruolamento forzato di bambini.

Si tratta degli stessi fatti che vengono attribuiti a Joseph Kony, escluso il crimine di stupro (come autore singolo).

Lo status: Vincent Otti sarebbe ancora latitante ma fonti non confermate dalla Corte riferiscono della sua morte, che sarebbe avvenuta approssimativamente nel novembre del 2007.

Okot Odhiambo

L’imputato: Okot Odhiambo
E’ il comandante di 2 (Trinkle and Stockree) delle 4 brigate che compongono l’LRA.

Gli addebiti: Su di lui pendono 10 capi d’imputazione: 3 per crimini contro l’umanità (omicidi, riduzione in schiavitù) e 7 per crimini di guerra (omicidio, attacco alla popolazione civile, saccheggio e arruolamento forzato di bambini). L’accusa sostiene, nel mandato d’arresto, che abbia diretto due attacchi nel 2004 contro campi profughi, uno dei quali situato a Barlonyo, vicino alla città di Lira. Avrebbe inoltre ordinato la commissione di omicidi, riduzioni in schiavitù, arruolamenti forzati, attacchi alla popolazione civile e saccheggi.

Procedimento: In data 10 settembre 2015, la PTC II ha definitivamente chiuso il procedimento nei confronti di Okot Odhiambo in seguito alla conferma del decesso da parte dei consulenti forensi i quali hanno stabilito, tramite analisi del DNA, che il corpo riesumato nel marzo 2015 dalle autorità Ugandesi era effettivamente dell’indagato, deceduto il 27 ottobre 2013 nella zona a nord di Djemah.

Lo status: archiviazione per decesso.

Lukwiya

Lukwiya

L’imputato: Raska Lukwiya
Ha ricoperto la carica di comandante di brigata, sostituto comandante dell’esercito e in seguito comandante dell’esercito, secondo grado più importante all’interno dell’organizzazione.

Procedimento: l’11 Luglio 2007, a seguito dell’accertamento del decesso avvenuto il 12 agosto 2006, la Corte Penale Internazionale (Pre-trial Chamber II) ha preso la decisione di archiviare il procedimento nei suoi confronti.

Status: archiviazione per decesso.