Costa d’Avorio – situazione

Nel periodo che ha seguito le contestate elezioni presidenziali del 28 novembre 2010, sul territorio della Costa d’Avorio si sono verificati violenti scontri tra le forze pro Gbagbo, Presidente uscente della repubblica ivoriana, e le forze pro Ouattara, attuale Presidente del Paese. In particolare, in questo caso la Corte ha fatto riferimento all’attacco compiuto da parte delle forze leali al ex-Presidente nei confronti della popolazione civile di Abidjan e dell’ovest del Paese.  Tali scontri si sono protratti fino all’aprile del 2011 e si sono conclusi solo a seguito dell’arresto di Laurent Gbagbo e all’insediamento ufficiale del Presidente Ouattara.

La Costa d’Avorio non era membro dello Statuto di Roma e quindi il 18 Aprile 2003 ha accettato, ai sensi dell’articolo 12(3), la giurisdizione della Corte. In ogni caso, il 15 Febbraio 2013 la Costa d’Avorio ha ratificato lo Statuto e quindi ora è un membro a tutti gli effetti.

Il 3 Ottobre 2011 la Camera Preliminare ha accettato la richiesta del Procuratore di iniziare le indagini di propria iniziativa (motu proprio) come previsto dall’articolo 13(c) e 15(3) dello Statuto.

Le indagini hanno ad oggetto crimini presumibilmente commessi dal 19 Settembre 2002.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *